Arrestato truffatore cinese del vino a Bangkok

Un uomo cinese, identificato solo come Ming, è stato arrestato a Bangkok dopo essere fuggito dal suo paese natio dove è ricercato per frode, avendo truffato rivenditori di vino fuori da CNY2 milioni. Le autorità thailandesi hanno detenuto un uomo a Bangkok ritenuto essere fuggito dalla Cina per sfuggire all’arresto. Identificato solo come Ming, l’uomo […]

Jun 11, 2024 - 13:30
 2
Arrestato truffatore cinese del vino a Bangkok

Un uomo cinese, identificato solo come Ming, è stato arrestato a Bangkok dopo essere fuggito dal suo paese natio dove è ricercato per frode, avendo truffato rivenditori di vino fuori da CNY2 milioni.

Le autorità thailandesi hanno detenuto un uomo a Bangkok ritenuto essere fuggito dalla Cina per sfuggire all’arresto. Identificato solo come Ming, l’uomo è stato arrestato a Bangkok per lavoro illegale e per aver superato il suo visto, come riportato dal Bangkok Post. Il sospettato, un uomo di 42 anni, è stato individuato dalle autorità nella lobby di un hotel nel distretto di Chatuchak, hanno riferito i funzionari dell’immigrazione venerdì. L’arresto è avvenuto dopo una segnalazione fatta alla Polizia dell’immigrazione tailandese riguardo a un straniero, che sembrava essere cinese, che lavorava e soggiornava illegalmente a Bangkok.

Secondo la polizia dell’immigrazione, stava fornendo tour privati ai turisti cinesi che visitavano la città, ed è stato arrestato mentre accompagnava i clienti in un hotel della zona. Si pensava che alloggiasse in un condominio nell’area di Ramkhamhaeng.

Quando gli è stato chiesto di produrre documenti legali, gli ufficiali hanno scoperto che il suo visto era scaduto il 3 febbraio. Si pensa che Ming sia ricercato per reati di frode commessi in Cina a gennaio dell’anno scorso, dove si è presentato come manager di vendite di una compagnia vinicola, secondo le autorità cinesi. Si dice che abbia truffato i rivenditori offrendo loro di vendere loro vini rari con uno sconto del 10%. Tuttavia, dopo aver ricevuto il denaro, il vino non è mai stato consegnato ai rivenditori, secondo le autorità cinesi. Le vittime hanno perso circa CNY2 milioni.

Lo scorso anno, i ricercatori hanno creato uno strumento di intelligenza artificiale in grado di individuare frodi nel settore del vino analizzando i composti presenti nel vino fino a ricondurli a specifici château. Questo potrebbe portare a una riduzione dei vini contraffatti presenti sul mercato.