Il trend della liquore al caffè prende piede in India

Il trend del liquore al caffè sta prendendo piede in India Gli distillatori indiani stanno sperimentando con i liquori al caffè, con il trend che sta prendendo piede in modo significativo dopo la pandemia. Secondo quanto riportato dai media locali tramite il Hindu Times (HT), una serie di nuove varianti di caffè freddo e spiriti […]

Jul 10, 2024 - 13:30
 2
Il trend della liquore al caffè prende piede in India

Il trend del liquore al caffè sta prendendo piede in India

Gli distillatori indiani stanno sperimentando con i liquori al caffè, con il trend che sta prendendo piede in modo significativo dopo la pandemia. Secondo quanto riportato dai media locali tramite il Hindu Times (HT), una serie di nuove varianti di caffè freddo e spiriti ha fatto il loro ingresso nel paese, con più di 20 marchi di caffè artigianale già lanciati negli ultimi anni.

Parallelamente a questo trend, i rapporti locali hanno identificato una crescita salutare anche per gli spiriti indiani di produzione locale, con i single malt indiani che hanno superato le vendite del whisky scozzese per la prima volta quest’anno, e gli spiriti artigianali indiani che dominano il bere. Il trend vede anche il caffè infusionato in miscele e gin insieme ai liquori al caffè freddo indiani.

Il marchio Bandarful, un liquore al caffè freddo dell’azienda Himmaleh Spirits con sede nello Stato dell’Uttarakhand, è, secondo l’HT, “un omaggio al caffè dei Ghats occidentali” ed è stato lanciato all’evento “30 Best Bars of India” a Goa quest’anno.

Il co-fondatore di Himmaleh Spirits, Ansh Khanna, ha dichiarato: “L’India ha alcuni dei migliori terroir per il caffè al mondo e volevamo mostrarlo al mondo con un liquore al caffè guidato dal sapore”.

Secondo Khanna, la bevanda è “migliore gustata con ghiaccio o in un Martini Espresso”. Khanna ha spiegato che Bandarful è un liquore al caffè al 25% di volume alcolico che impiega oltre 22 ore per essere realizzato ed è stato creato con acqua di sorgente himalayana e chicchi di caffè Arabica di medio torrefazione, provenienti dall’azienda Ratnagiri di Chikkamagaluru.

Khanna ha aggiunto: “È un liquore al caffè freddo artigianale che parla di avventure selvagge, spiriti vivaci, e un tributo al langur dalla lunga coda dal cuore di Kumaon.”

Un altro marchio, chiamato Quaffine, di proprietà dell’azienda Indie Brews and Spirits di Chennai, è stato identificato come il “primo liquore al caffè freddo indiano” e ha recentemente vinto una medaglia d’oro al San Francisco World Spirits Competition 2023.

Il fondatore e CEO di Indie Brews and Spirits, Isaac Vivek Mani, ha dichiarato: “Durante l’inizio dell’azienda, mentre mappavamo le opportunità e le lacune, l’assenza di un autentico, premium liquore al caffè 100% indiano era evidente. È stato il nostro amore per il caffè filtrato di Madras che ha cementato la nostra decisione di lanciare Quaffine. Abbiamo sperimentato più di 120 campioni”.

Quaffine ha un volume alcolico del 25% ed è stato creato con caffè di provenienza unica dalla regione di Chikkamagaluru, a 3.500 piedi sul livello del mare e non contiene additivi o aromi artificiali.

Vivek Mani ha spiegato: “I chicchi di caffè Arabica sono tostati medio-scuri. Il metodo di estrazione del caffè freddo è meno acido e meno tannico che consente un equilibrio superiore dei sapori del caffè” e ha accennato che Quaffine “arriverà presto in Thailandia e Karnataka entro metà 2024”.

In un’intervista di questa settimana, il CEO dell’azienda giapponese di spiriti Suntory Holdings, Takeshi Niinami, ha dichiarato che “il mercato indiano sta sempre cercando qualcosa di nuovo al giorno d’oggi”.