Come a se magnan le bonse azion de Treasury Wine Estates?

Mentre gli investitori sono in attesa di notizie sui tentativi di Australian Vintage di raccogliere nuovi finanziamenti e sull’esito dei colloqui tra Pernod Ricard e Accolade, le azioni del più grande gruppo vinicolo del paese, Treasury Wine Estates, sono in rapida ascesa. Sono aumentate del 10% nell’ultimo mese superando i $AU12. Hanno toccato quasi AU$20 […]

Jun 11, 2024 - 06:00
 0
Come a se magnan le bonse azion de Treasury Wine Estates?

Mentre gli investitori sono in attesa di notizie sui tentativi di Australian Vintage di raccogliere nuovi finanziamenti e sull’esito dei colloqui tra Pernod Ricard e Accolade, le azioni del più grande gruppo vinicolo del paese, Treasury Wine Estates, sono in rapida ascesa.

Sono aumentate del 10% nell’ultimo mese superando i $AU12. Hanno toccato quasi AU$20 al loro picco nel 2019.

La società ha ridefinito il suo piano aziendale dopo essere stata devastata dal regime tariffario della Cina e ha ceduto le sue linee di mercato comune negli Stati Uniti, così come nei mercati emergenti del Sud-Est asiatico.

Ma la crescita è stata sottolineata da una presentazione ottimistica agli investitori negli Stati Uniti.

Non solo Treasury ha confermato di essere in linea per raggiungere le previsioni di profitto per l’anno, ma ha anche presentato un quadro positivo sulle sue attività negli Stati Uniti, che sono state potenziate dall’acquisto dell’autunno scorso della Daou Vineyards in California.

Secondo la società, questo ha dato a Treasury Americas significative opportunità di crescita a lungo termine.

Afferma di aver creato il principale business vinicolo di lusso negli Stati Uniti e di aver colmato un grande vuoto nel portfolio nella fascia di prezzo da 20 a 40 dollari per bottiglia. Ha inoltre integrato il suo portfolio di lusso in cui le bottiglie hanno un prezzo superiore a 40 dollari.

Durante la presentazione ha affermato che ci sono significative opportunità di creazione di valore sfruttando le competenze di Treasury Americas e Daou.

Gli osservatori ritengono che la nuova dimensione dell’operazione statunitense consentirà a Treasury di considerare la creazione di una divisione di lusso autonoma Treasury Americas da far operare accanto a Penfolds.

Complessivamente, Treasury ha confermato di attendersi una crescita a cifra singola o alta nell’attuale anno fiscale, escludendo 24 milioni di dollari da Daou nel secondo semestre.

Prevede che i guadagni di Treasury Americas saranno compresi tra 223 e 228 milioni di dollari, basati sulla crescita del portfolio di lusso, supportati da un’incrementata disponibilità, con un ricavo del portfolio premium sostanzialmente in linea con lo stesso periodo dell’anno scorso.